Month: maggio 2015

Comunicato stampa del Colari: ” Abbiamo continuato a lavorare con massimo impegno, nonostante la grave crisi finanziaria causata dalla cronica morosità dell’AMA”

Con la nostra lettera del 14 maggio 2015 al Presidente dell’AMA, al Sindaco e a tutte le Autorità competenti, abbiamo dimostrato che il Colari ha continuato a lavorare con il massimo impegno nello svolgimento del servizio, in esecuzione di quanto stabilito dal Piano Regionale per l’ATO di Roma (Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 10 del 14 marzo 2012) e ciò nonostante la grave crisi finanziaria causata dalla cronica morosità dell’AMA nei pagamenti dei servizi puntualmente resi e documentati.

Malgrado ciò il Presidente dell’AMA, spesso affiancato dall’Assessore Marino, nelle reiterate interviste e dichiarazioni sulla stampa cittadina (che sistematicamente ignora le nostre tempestive precisazioni e puntualizzazioni utili a dare una corretta informazione ai romani), continua ad addebitare al Colari la responsabilità delle difficoltà che da tempo l’AMA incontra nella raccolta dei rifiuti nella Capitale, arrecandoci con tali affermazioni diffamatorie ingentissimi danni di immagine anche verso il mondo finanziario, in merito ai quali ci riserviamo ogni più opportuna azione di tutela.

Comunque per evitare che continuino ad essere diffusi dati incompleti o strumentalmente distorti, allo scopo di informare correttamente i cittadini, abbiamo deciso di offrire un contributo di trasparenza e correttezza e pubblicare sul nostro sito i dati di tutti i rifiuti conferiti e trattati nei nostri impianti di Malagrotta-1, Malagrotta-2 e nella stazione di tritovagliatura di Rocca Cencia.

Da domani 26 maggio alle ore 12.00 i dati saranno disponibili on-line su www.colari.it.

Roma, 25 maggio 2015
Il Presidente – Avv. Candido Saioni

N.B. il 28 corrente mese, superate in otto mesi le tante formalità burocratiche, inizia il conferimento, via mare, in Portogallo del CDR (Combustibile da Rifiuti) stoccato in balle.

In allegato il comunicato stampa

comunicato colari 25.5.2015